Chi ha paura del computer?

Posted on 6 marzo, 2011

4


Non ho molto termpo per scrivere (e nei prossimi giorni ne avrò ancora meno) ma Antonio Fini e Gianni Marconato hanno rilanciato in tema di “nativi digitali”. La prima volta che mi sono trovata a riflettere su una differenza di approccio generazionale, è stato in occasione del progetto “Non basta un CD-ROM“, in cui mi occupavo della cosiddetta alfabetizzazione informatica di bambini di prima e seconda classe.

Fino a quel momento, le mie esperienze di formazione in campo informatico avevano riguardato gli adulti, soprattutto quando mi occupavo di Cobol, Basic ed MSDOS e lavoravo in una società che faceva corsi a diversi livelli. I personaggi che arrivavano erano i più diversi ma avevo notato che – soprattutto i novellini un po’ stagionati – erano molto impacciati con il PC e si rivolgevano alla macchina come se potesse rispondere. Insomma, un atteggiamento che Piaget avrebbe definito da pensiero magico.

Quando mi ritrovai per la prima volta ad insegnare a bambini di 5 o 6 anni, la mia ipotesi iniziale era che anche con loro avrei dovuto affrontare una paura simile ed è anche per questo che avevo previsto un brain-storming iniziale. Ovviamente mi sono dovuta ricredere immediatamente e – soprattutto – constatare che i bambini avevano le idee molto più chiare dei loro genitori su come funzionava quella macchina. E non si rivolgevano mai a “lei” nel tentativo di evitare qualche catastrofe. Erano, insomma, più rilassati nell’usare il PC. Nonostante gli anni passati, spesso continuo a constatare questo differente grado di disinvoltura tra adulti e bambini/ragazzi ed ogni volta che mi capita di pensarci, mi ritorno a chiedere: chi ha paura del computer?

1) Cos’è il computer?

-Un tipo di macchina fotografica (Marinella) -Un oggetto elettronico (Mariaclaudia) -E’come una televisione (Ester) -Un oggetto elettronico che sa fare tante cose (Cina)

2) Perché c’è qualcuno che ha paura del computer?

-Perché può scoppiare se si usa troppo (Ferdinando) -Perché può esplodere e ricomprarlo costa (Luca) -A me si è rotto un computer piccolo e ora papà non sa dove comprarlo (Daniela) -Se faccio una cosa di scuola e schiaccio un pulsante si perdono le cose che ha fatto papà (Cina)

3) Come si supera la paura?

-Bisogna vedere se è vero quello che si pensa (Marco) -Se si rompe lo si può riparare (Daniela) -Si può superare la paura provando se è giustificata:spingi i tasti e lo saprai (Arianna) -Si può chiedere ai genitori o alle maestre di aiutarci (Cina) -Ci si può rivolgere ad un esperto che ti fa passare la paura perché ti dà spiegazioni (Sabrina)

4) I grandi hanno paura del computer?

-Alcuni grandi hanno paura perché il pc è molto delicato e se si rompe non possono fare le ricerche che le insegnanti danno (Domenico) -Hanno paura che i figli installino troppi giochi (Luca) -I grandi temono che i bambini dispettosi possano tagliare i fili (Ettore) -C’è una differenza tra noi e i grandi: noi abbiamo voglia di imparare,invece loro hanno dei problemi: riunioni,impegni (Marinella) -Quando mio padre è andato all’Ilva,doveva usare il computer e non sapeva farlo, perciò aveva paura (Ferdinando)

About these ads