A proposito di Musei della Donna…

Posted on 3 luglio, 2008

0


Come scrivevo qui, grazie alle news di Donne e lavoro, ho scoperto che si è concluso il I Congresso internazionale dei Musei della Donna organizzato a Merano dall’11 al 13 giugno, in occasione del ventesimo anniversario della fondazione del Museo della Donna di Merano .

Poiché non conoscevo neanche questo museo, sono andata a curiosare sul sito per saperne di più e ho scoperto che nell’esposizione permanente

articolata su sei locali, la storia dell’ideale di donna è narrata attraverso degli esempi. Ogni due, tre anni viene scelto un argomento principale, che viene elaborato dal punto di vista tematico o da quello cronologico, a seconda di quale dei punti di vista sia il più idoneo. Gli esempi che mostriamo ci aiutano a svelare relazioni nascoste tra fenomeni differenti.

Nell’esposizione si è scelto di non uniformarsi

…ai canoni dominanti del minimalismo espositivo. […]

La nostra collezione ci consente di mantenere un “filo rosso” attraverso la moda e gli oggetti della vita quotidiana. Partiamo dal principio che la moda è lo specchio della società e interpretiamo lo “spirito del tempo” (zeitgeist) di ogni epoca sulla base dei suoi diversi modi di manifestarsi.

Lo stesso vale per gli oggetti d’uso quotidiano. Ogni oggetto che ha trovato spazio nella vita domestica, ogni nuova attività introdotta in una determinata epoca (per esempio le prime “professioni femminili”, o l’introduzione dello sport femminile nel corso degli anni ’20 del XX sec.) è legato a specifiche speranze, a specifici fini.

A posteriori ci è possibile esaminare se queste speranze erano giustificate, se i fini che un determinato oggetto suggeriva, sono stati raggiunti.

Mi sembra una riflessione interessante…

Annunci
Messo il tag:
Posted in: donne, musei