Contrordine, naviganti!

Posted on 24 ottobre, 2008

0


Ve le ricordate le parole che si possono ascoltare nel video del post precedente? Cioè queste:

«Vorrei dare un avviso ai naviganti molto semplice: non permetteremo che vengano occupate scuole ed università. Perché l’occupazione di posti pubblici non è una dimostrazione, un’applicazione di libertà, non è un fatto di democrazia è una violenza nei confronti degli altri studenti, nei confronti delle famiglie, nei confronti delle istituzioni, nei confronti dello Stato. Convocherò oggi il ministro degli Interni e darò a lui istruzioni dettagliate su come intervenire attraverso le forze dell’ordine per evitare che questo possa accadere».

Beh, non sono mai state dette. Come al solito i giornali hanno stravolto le parole del comandante. I megafoni, anche questa volta, hanno funzionato male. E quello che pensate di aver sentito (e letto qui sopra) è frutto della perversione comunista che, come un virus, può colpire chiunque di noi.

C’è chi guarisce. Ma poi diventa come Bondi e Ferrara. Meglio il lazzaretto.

Annunci