Per ciò che si sente giusto e inevitabile …

Posted on 29 ottobre, 2008

2


Al mio ritorno da Barbiana (update: cliccate sulle foto anche se non si vedono le miniature), nel 2002, scrivevo:

Se è giusto e inevitabile opporsi a progetti di riforma che sottraggano la Repubblica a quel fondamentale compito di “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza di cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”, altrettanto lo è la ricerca di nuovi modi di declinare quest’uguaglianza sostanziale, a partire dalla consapevolezza che il percorso verso una scuola di massa non ha avuto il successo sperato in tal senso.

Ora sto per partire per Roma. Il cuore è pesante ma ci devo essere.