Internet va regolamentata (?)

Posted on 3 dicembre, 2008

6


«Serve una prospettiva internazionale, in cui l’Italia possa essere avanguardia»

E in che cosa? Nella censura? [la risata è d’obbligo]

Dati Eurostat [pdf] (via Punto Informatico):

Le famiglie italiane con accesso ad Internet sono, come detto, al 42 per cento ma la media europea è al 60, e ci sono paesi partiti svantaggiati rispetto all’Italia che hanno già superato di gran lunga il dato italiano. Si pensi alla Lituania, che veleggia al 51 per cento, la Polonia, ora al 48, e persino la Spagna, che seppure con una crescita non particolarmente spiccata, vede Internet nel 51 per cento delle famiglie. […]

La sensazione, osserva qualcuno in queste ore, è che, al di là dei numeri, ciò che emerge sia la profonda arretratezza culturale italiana, che spinge moltissimi ancora a rivolgersi ai media cartacei e alla televisione, trascurando la portata innovativa e l’afflato evoluzionistico apportato dalla rete. È il disinteresse per Internet ad alimentare queste classifiche, un divide digitale che è appunto, prima di tutto, un divide culturale.

Annunci
Posted in: digital divide