Quella volta che siamo diventati umani…

Posted on 23 febbraio, 2009

4


Chi ha dato uno sguardo al post sul mio saccheggio in libreria, magari si sarà chiesto/a come mai mi interesso di evoluzione…lucy

Se dicessi che il tutto è partito da un corso universitario di Letteratura Latina, sarebbe tutto più complicato da spiegare. Continuiamo ad essere vittime di una gentiliana e persistente separazione disciplinare (nonostante tutte le belle parole che si sprecano ad auspicare/assicurare il contrario), alla luce della quale il massimo della collaborazione che si può avere tra campi del sapere differenti è una consulenza reciproca… Però poi ognuno continua la sua ricerca per conto proprio, come se l’altro non l’avesse mai incontrato.

Vis polemica a parte, diciamo dunque che un giorno, progettando un corso blended, mi sono ritrovata a leggere l’articolo di Telmo Pievani, Quella volta che siamo diventati umani, da cui cito…

In senso evoluzionistico, noi ancora oggi stiamo esplorando le potenzialità della rivoluzione paleolitica e ancora oggi facciamo i conti con la sua invenzione maggiore: la diversità culturale. In senso evoluzionistico, una definizione compiuta di che cosa significhi essere “umani” e di che cosa ci abbia resi così ambiguamente speciali ancora non ci è data. Sarebbe più preciso se, anziché “esseri umani” (human beings), usassimo il termine “divenienti umani” (human becomings).

Da questa lettura, “a cascata”, è emersa la necessità di sapere di più, di approfondire l’argomento e quindi mi sono trovata impelagata 😉 nel dibattito tra creazionismo e ultradarwinismo e ho scoperto le ricerche di Cavalli-Sforza ma anche Gould e concetti come “equilibrio punteggiato” e “exaptation”. Con Dawkins, ho aggiunto una doverosa – ma non per questo meno interessante – lettura (dato che ce l’aveva tanto con Gould 🙂 un motivo ci sarà!).

Dunque, immaginate la mia soddisfazione quando ho scoperto che Telmo Pievani sarà presente a Bari giovedì 26 Febbraio 2009 dalle ore 18:30 presso la libreria Feltrinelli.

Introdurranno la serata la prof. Franca Pinto (preside della facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Foggia) ed il dott. Peter Zeller (ricercatore di Storia della scienza presso l’Università di Foggia).

Non vedo l’ora… 🙂

Immagine: luxembourg (rosa)

Annunci
Messo il tag: