Uova e galline

Posted on 27 aprile, 2009

0


…alimentando sempre più quel circolo vizioso che continua a farci chiedere se nasca prima l’uovo o la gallina: ossia se la scuola sia quella che è perché questo è il livello degli insegnanti; o viceversa. E se gli insegnanti sono così perché il mondo è cambiato o viceversa. Ma in fondo sono questioni di lana caprina.

Quello che conta, ancora una volta, è il motto araldico che dovrebbe essere scritto a caratteri inconfondibili sul portone di ogni scuola: “Bambole, non c’è una lira”. Vedete un po’ come riuscite a organizzarvi. Vi diamo una mano noi, con il voto in condotta, la finta serietà, il randello nelle mani di chi ne aveva bisogno per ribadire autorità, non avendo autorevolezza. Nulla è cambiato, dunque. Casomai, si sono rafforzate delle certezze; prima tra tutti la rassicurante (per molti) conferma che la scuola deve selezionare non emancipare.

Gli indifferenti di Marina Boscaino

Annunci
Posted in: amarezze, scuola