Amaro Recoaro

Posted on 12 maggio, 2009

2


Cos’è? Direte voi. E’ una nuova miscela politico-amministrativa che rinuncia alle “etichette politiche” per costruire la squadra migliore possibile. E dunque sperimentare, sul territorio, l’alleanza PD – Lega in base “ad un passo indietro dei partiti a favore delle competenze dei singoli”.

amaro-recoaroVignetta: Mauro Biani

Del resto, a cosa volete che servano le etichette politiche in quella scampagnata che ci ostiniamo a chiamare elezioni?

Nel corposo post di “rassicurazione/giustificazione” della singolare scelta, Alberto Trivelli, coordinatore del Circolo PD locale, sottolinea:

Certo – chiederà il lettore – ma come vi comporterete quando ci saranno tematiche nazionali a dividervi?
La risposta è molto semplice. Nessuno chiede agli iscritti della Lega di iscriversi al PD, così come io e i miei amici di Partito non cominceremo a sventolare bandiere leghiste.
Quello che ci renderà compatti nella nostra Amministrazione sarà che tutti lavoreremo per il bene di Recoaro, che tutti lavoreremo per il nostro programma, che sarà condiviso in ogni suo punto da ogni candidato…

Lascio i commenti al lettore che, se dovesse avere un momento di scoramento, può sempre andare sul sito del PD veneto in cui si ricorda:

banda-bassotti

Ma quello al centro, non è un rappresentante della Lega? O questo con il bene di Recoaro non c’entra?

Annunci