La mia risposta a Frattini

Posted on 4 giugno, 2009

3


Frattini ha detto:

«Nessun italiano do­vrebbe ridere del fatto che qualcu­no all’estero ride dell’Italia. Io mi sarei vergognato.

Infatti qui da ridere non c’è proprio niente. E anch’io mi vergogno profondamente dell’onta internazionale che ci sta sommergendo.

Io sono orgoglio­so di essere italiano, perché l’Italia è un Paese fatto di donne e uomini coraggiosi».

Concordo. Tutti quelli che devono sopportare gli insulti quotidiani alla propria intelligenza, alla propria cultura, alla propria storia politica ormai giornalmente da non si sa più quanti anni – senza lasciare il Paese – devono per forza essere coraggiosi.

Il ministro lancia quindi una pesante accusa alla sini­stra… «Vengono pubblicati arti­coli da giornali italiani che poi ven­gono inviati nelle redazioni dei giornali di Londra e Bruxelles e poi ripubblicati e tradotti in Italia. Così è stata creata una rete dai ne­mici dell’Italia nel mondo».

Ah, ah, ah, ah…. Ma chi gliele scrive queste battute?

Annunci