Prossima fermata: Roma, DULP ’09

Posted on 2 settembre, 2009

0


Essendo ormai tornata quasi completamente operativa, mi sembra opportuno aggiornarvi sulle occasioni in cui si può godere delle mie elugubrazioni teoriche in “presa diretta”… 🙂 Se questo poi sia auspicabile, lascio a chi ne ha già fatto esperienza giudicare… bus

Il 14 e 15 settembre prossimo, sarò al DULP (evento satellite del VI Congresso Nazionale SIe-L – Università di Salerno), che si propone come avvio di una presa di coscienza collettiva circa l’affermarsi di un nuovo paradigma

D per Design Inspired Learning

U per Ubiquitous Learning

L per Liquid Learning Places

P per Person in Place Centred Design

Non si può dire che il fine non sia ambizioso… In teoria, ci dovrebbe essere anche Andreas, coautore (nonché protagonista principale insieme alle sue blogoclassi) del contributo Portar via per condurre altrove: suggestioni e annotazioni metodologiche sull’orizzonte di senso di una blogoclasse, ma la sua partecipazione è in forse. Cercherò di supplire degnamente l’assenza.  😛

In parallelo alla conferenza scientifica, ci sarà anche un DULPcamp

evento “aperto” in cui presentare, nello spirito del BarCamp, vision, concetti, prototipi, esperienze, strumenti che abbiano ad oggetto le tematiche del DULP e cioè:
analisi degli odierni “learning space” fisici e virtuali e dei processi formativi che vi si svolgono
riflessioni sulle trasformazioni indotte dalla post-modernità sui processi di apprendimento, sulle pratiche didattiche e sulla loro relazione con le tecnologie
prospettive teoriche per il DULP
design, prototipazione e valutazione di artefatti, spazi sensibili e ambienti virtuali per il DULP
sperimentazioni sul campo di processi, modalità operative e metodi per il DULP
modalita’ avanzate di monitoraggio e valutazione di processi e discenti nel DULP
contestualizzazione e personalizzazione del DULP
impatto, accettabilità sociale, sostenibilità psicofisica ed economica del DULP
nuove professionalità e riqualificazione delle vecchie professionalità

evento “aperto” in cui presentare, nello spirito del BarCamp, vision, concetti, prototipi, esperienze, strumenti che abbiano ad oggetto le tematiche del DULP e cioè:

  • analisi degli odierni “learning space” fisici e virtuali e dei processi formativi che vi si svolgono
  • riflessioni sulle trasformazioni indotte dalla post-modernità sui processi di apprendimento, sulle pratiche didattiche e sulla loro relazione con le tecnologie
  • prospettive teoriche per il DULP
  • design, prototipazione e valutazione di artefatti, spazi sensibili e ambienti virtuali per il DULP
  • sperimentazioni sul campo di processi, modalità operative e metodi per il DULP
  • modalita’ avanzate di monitoraggio e valutazione di processi e discenti nel DULP
  • contestualizzazione e personalizzazione del DULP
  • impatto, accettabilità sociale, sostenibilità psicofisica ed economica del DULP
  • nuove professionalità e riqualificazione delle vecchie professionalità.

Questa idea di un’università che organizza un barcamp a me è piaciuta subito fin dall’inizio. Ciò di cui oggi la comunicazione accademica difetta è proprio la mancanza di occasioni/luoghi di confronto più veloci, informali, aperti anche a chi “accademico” non è. La chiusura secolare degli atenei è però ben radicata, così come non si può ignorare che la “corsa alle pubblicazioni” (con annessa protezione delle proprie… “teorizzazioni”) non facilita certo un’apertura feconda, vivificante direi, con chi ha da dire qualcosa sull’applicazione di quelle teorie…

Dunque, ben venga il camp e che sia il primo di tanti, mi auguro. Confesso che l’idea di intervenire ce l’avevo ma non voglio peccare di protagonismo… Ascolterò gli altri.

Insomma, cosa aggiungere? Avevo già segnalato l’evento anche sul sito di Form@re in occasione dell’uscita del numero da me curato sui leggendari nativi digitali. Ora ho fatto un post. Spero di aver contribuito un po’ a diffondere lo spirito DULP in giro… 😉

Immagine: Today is a good day

Annunci
Messo il tag: ,