Indirizzo IP e abilitazione all’insegnamento

Posted on 19 novembre, 2009

5


Cosa c’entrano (direte voi)? Vi spiego subito…

Una delle cose che mi piace rispetto all’avere un blog su wordpress, è quello di avere subito un sacco di informazioni aggiuntive su chi scrive, sulle parole chiave che hanno portato al tuo blog e, cosa più interessante ancora, sull’indirizzo IP di chi commenta, ossia sul codice univoco assegnato al dispositivo da cui si comunica.

Può succedere dunque che, in un post in cui si parlava in maniera (che a me sembrava) chiaramente ironica del prossimo esame di abilitazione dell’insegnamento, a un certo punto (nei commenti) cominci ad apparire insistentemente il nome di una società che ti fornisce assistenza legale per l’immissione in graduatoria dopo averti fatto prendere l’abilitazione in Spagna.

Io non ho prove inconfutabili che questa società stia lucrando sugli aspiranti insegnanti (tranne un commento che mette un guardia in proposito e che potrebbe, a questo punto, essere scritto anche da un “concorrente”) però ritengo che ci sia un certo grado di aberrazione nel rivolgersi a degli avvocati per fare un esame e poi intentare una causa per entrare nella scuola.

E Speculum Maius con tutto ciò non vuole avere a che fare.

Quindi, cari Chiara ed Elio (che tessete le lodi della società in questione con errori di battitura quasi inconfondibili e confondendo la vostra identità di genere, probabilmente perché usate lo stesso PC),

GIRA(TE) AL LARGO DA QUESTO BLOG!

E altrettanto vale per francesca (che confonde ingenuamente il suo indirizzo web con quello della società in questione).

I commenti al post sono chiusi. Se ci riprovate inserisco il vostro IP nella lista nera di wordpress e non se ne parla più.

Annunci