Alle prime luci dell’alba…

Posted on 13 dicembre, 2009

0


Quando il mio piccolino non mi costringe a veglie forzate, è il momento che prediligo per scrivere e riflettere un po’. Non c’è confusione, le dita rosa dell’aurora aprono lentamente varchi di luce nel mio studio e i pensieri si affacciano in maniera lieve e ordinata, senza ruggire per le scadenze incombenti…

Si avvicina un altro Natale. Per prepararci all’Avvento, organizziamo ronde per stanare l’Altro casa per casa, costruiamo barricate di presepi ed utilizziamo il crocifisso come una clava

Tutto questo, pare, per difendere la nostre tradizioni e la nostra identità. Dopo anni di pacifica e condivisa mediazione culturale, la festa delle luci di una scuola elementare di Cremona finisce sotto accusa:

Per anni nessuno, pare, abbia avuto da ridire, ma questa volta sono cominciate le obiezioni. Prima di tutto da parte dei genitori dei bambini italiani. «Lo sappiamo che nella scuola ci sono tanti alunni extracomunitari, di altre religioni – dice una mamma – Il Natale appartiene alla nostra storia e alla nostra tradizione, perché privarne i nostri bambini?».

Nel Vangelo di oggi, le folle chiedono a Giovanni: “Cosa dobbiamo fare”? E lui dà risposte quasi banali, di buon senso diremmo. Accettabili anche da chi non crede. Se hai di più dai qualcosa a chi non ha niente, sii onesto nel tuo lavoro, non vessare i più deboli…

Mi chiedo, ad esempio, quante volte questi genitori preoccupati preghino insieme ai loro figli, li tengano per mano in questo percorso, poggino la Bibbia sulla loro tavola nei momenti di festa… E questo non perché “lo dice la tradizione” ma perché è parte di una scelta di Fede.

Non è forse da qui che dovremmo cominciare? Altrimenti, di cosa stiamo parlando?

Annunci
Messo il tag: