Un milione di persone in piazza? Un’illusione ottica.

Posted on 26 ottobre, 2014

0


“Quanto meno Berlusconi sapeva fingere”. Ahimè!

Vincenzo Romania

Forse è cominciato tutto nel 1976, all’hotel Midas. C’era qualcosa nella sfrontatezza con cui Bettino Craxi demoliva gli avversari e gli interessi della base che presagiva un mutamento di lungo termine, lo spostamento del dibattito politico dai circoli ai salotti buoni, dalla piazza ai poteri forti. Non era questione di programmi, quanto di stile e di linguaggio: il decisionismo vs. la concertazione, il carisma giovanilistico contro l’appesantimento di Natta o del passato PSI, lo sdoganamento a sinistra di un modello di leadership destrorso che sopperisse alla scomparsa di Berlinguer. Di altri uomini forti, nel bene o nel male, la sinistra nella seconda repubblica ha difettato, sino all’avvento di Renzi e all’apice simbolico della frattura fra il suo modo di fare politica e gli interessi di larga parte della forza lavoro in Italia. Il 25 ottobre, quindi, nel bene e nel male, è stata una data storica.

Da una parte, a…

View original post 308 altre parole

Posted in: Senza Categoria