Batti cinque, maestra!

Posted on 26 maggio, 2016

2


fondale con impronta di mani

Mercoledì prossimo, 1° giugno, “Cittadeilibri”, il family festival di cittadeibimbi.it, fa tappa a Parco Perotti al “Bari in jazz Kids”. Una festa della musica e dei libri in famiglia (qui il programma), come viene definita, in cui riceverò il premio di “maestra dell’anno” 2015. Una sorpresa piombata in questa fine di anno scolastico faticosa, in un momento in cui l’amarezza per altre vicende, ha reso più pesante il carico del fare scuola quotidiano proprio quando le energie cominciano a scarseggiare.

Dopo una settimana dalla notizia è giusto uscire allo scoperto🙂 È la prima volta che ricevo un riconoscimento di questo tipo, guarda caso proprio nell’anno in cui si parla tanto di merito e di premi ai docenti. Il mio destino è sempre originale (non c’e dubbio!) e si diverte a prendermi in giro…🙂

Le motivazioni verranno rese note (anche a me) in sede di premiazione ma sospetto che l’articolo su Tom’s Hardware sull’esperienza EDOC@WORK3 c’entri qualcosa nell’aver fatto scoprire la mia esistenza anche nel mio territorio (se c’e qualcuno per cui vale il nemo propheta in patria, io sono sicuramente tra quelli!😉 )grazie

Comunque sia, non posso nascondere di essere contenta. L’idea di essere in un grande prato, circondata da libri e bambini, e di festeggiare con loro ciò che abbiamo fatto insieme, è il vero premio di quest’anno, in cui ho fatto veramente tante cose (forse anche troppe, insinua qualcuno più vicino a me)…

Insomma, volevo dire grazie. Anche le maestre apparentemente instancabili come me hanno bisogno di un “batti cinque!” ogni tanto.🙂

Immagini: Luca Rossato, collezione ARASAAC

Posted in: maestre