Browsing All Posts filed under »regime di cioccolatai«

Ora e sempre in difesa della scuola pubblica

febbraio 26, 2011

1

Più volte hanno risuonato in questo blog queste parole ed ancora continueranno a riecheggiare finché la scuola pubblica ci sarà. E se doveste riuscire a distruggerla noi la ricostruiremo. Vergogna! Vergogna! Vergogna!

Sito non raggiungibile…

febbraio 9, 2011

0

Riporto qui il video scoperto grazie al post di Andreas di cui sottoscrivo le motivazioni per aderire alla Campagna contro la cancellazione automatica dei contenuti su Internet. Continuiamo a sprofondare senza sosta…

Velleità antistoriche

gennaio 26, 2011

0

A margina della nuova era prospettata dai nostri politici… Vignetta: Mauro Biani

Déjà vu

dicembre 19, 2010

0

(vignetta da: mamma.am) L’idea del Daspo politico è così genialmente ministeriale da lasciare ammirati e senza parole. All’inizio; poi le parole vengono, altro che se vengono. Una volta che vi siate informati su che cos’è (è il Divieto di Accedere alle manifestazioni SPOrtive, scritto così) perché non applicare il Daspo anche agli accessi alle Autostrade […]

3 dicembre 2010: integrazione e resistenza

dicembre 3, 2010

3

Oggi è la giornata internazionale dei diritti sulle persone disabili. La  FAND, Federazione che raccoglie le principali Associazioni che rappresentano  in Italia il mondo della disabilità (ANMIC, ANMIL, ENS, UIC, UNMS, AMGLAT) ha deciso di non partecipare alla celebrazione ufficiale organizzata a Roma dal ministero delle Pari opportunità. Su Repubblica si legge che la FISH non è d’accordo […]

Il cerino

novembre 10, 2010

0

Credo che mai come questa volta Mauro Biani sia stato esaustivo rispetto alla condizione in cui ci barcameniamo…

Vigilanza democratica: una lezione dal mondo della disabilità

luglio 7, 2010

0

(Immagine tratta dal gruppo su FB: Tremonti: VERGOGNA!) Esattamente come successe per il tanto vituperato team di maestre della scuola elementare (e secondo uno schema ormai collaudato da questo governo), dopo aver orchestrato una preventiva campagna mediatica di vilipendio della vittima predestinata, il nostro Tremonti ha azzannato la preda contando sullo stato di assuefazione che […]