Browsing All Posts filed under »Riccardo Massa«

Chi era Riccardo Massa

aprile 17, 2009

3

Io Riccardo Massa, sfortunatamente, non l’ho mai conosciuto. Quando ho frequentato il Master in Sviluppo delle Competenze Cliniche nelle Professioni Educative e Formative alla Milano-Bicocca lui non c’era già più ma la sua presenza era quasi palpabile. E non solo nelle parole e nel ricordo costante di Angelo Franza, che mi onoro di chiamare maestro […]

Il dispositivo

marzo 24, 2009

2

Quello della scuola è rimasto un dispositivo disciplinare. Nel duplice senso di una strategia complessa – e soprattutto delle sue tattiche – per rendere docili i corpi erogando saperi distinti, in riferimento a norme predeterminate. Ma la macchina, oltre che arrugginita, si è inceppata, come l’erpice di Kafka che, invece di scrivere la colpa e […]

Il riflesso dell’agire sociale

marzo 18, 2009

0

“Portar via” per “condurre altrove”

marzo 7, 2009

3

Stasera* sono stata gentilmente ospitata da Andreas nella prima sessione online del corso di Editing Multimediale della Italian University Line. In teoria, la sessione sarebbe dovuta essere al chiuso della piattaforma della IUL, appunto, ma il bravo prof. Formiconi ha visto la bella serata ed ha pensato di portare i suoi studenti a fare una […]

Le “mosse” dei prof che giocano…

aprile 9, 2008

1

Poiché oggi mi sento particolarmente propensa alle dediche, ed Andreas se ne dedica proprio una (con bacione virtuale incorporato), sono andata a scartabellare tra le pagine de Le tecniche e i corpi di Riccardo Massa, ricordando una mia sottolineatura sul gioco… Il gioco corrisponde pertanto ad una dialettica di educazione e vita nel suo duplice […]

Lo sguardo, l’ascolto, la narrazione nelle pratiche formative

febbraio 25, 2008

3

Nel mio post precedente, ho citato un autore che ha tracciato un solco nella mia formazione tra tutto ciò che prima pensavo della riflessione pedagogica a e ciò che oggi è la mia riflessione pedagogica: Riccardo Massa. Di méntori, scrive Massa, è meglio averne tanti, anche se poi è uno solo quello che conta. Lui, […]

Ipse dixit

febbraio 24, 2008

2

… Istituire la scuola come area potenziale di espansione vitale e di esplorazione del mondo. Non si deve temere di riprodurre al suo interno quello che i ragazzi fanno già fuori di essa, ma preoccuparsi di farglielo fare in modo più ricco di significati esistenziali e culturali. Riccardo Massa