Browsing All Posts filed under »ritorno a casa«

Sospendere il giudizio (senza dimenticare l’account fb)

febbraio 2, 2018

0

E quindi ieri pomeriggio, sic et simpliciter, ho sospeso temporaneamente l’account di Facebook per distanziare lo sguardo e osservare l’intera foresta invece che i singoli alberi. Avevo lasciato attivo Messenger per dare la possibilità ai miei contatti di comunicare con me nel caso ne avessero bisogno (o volessero chiedere spiegazioni), non calcolando l’effetto “sospensione” dell’account […]

Come l’acqua di mare…

febbraio 2, 2018

0

Senza rumore attorno

febbraio 1, 2018

0

Nel mio post di “ritorno a casa” di novembre scorso, scrivevo Mi piace stare sui social (e non ci rinuncio) ma è solo sul blog che non hai rumore attorno quando scrivi. Un po’ per il tipo di impegni lavorativi che ho davanti, un po’ per un rimuginio esistenziale particolarmente impegnativo in questa fase della […]

Commodity e relazioni umane in Rete

gennaio 31, 2018

1

Da un post non recente (ma con contenuti – ahimè! – sempre attuali), di Giuseppe Granieri. Nei nostri rapporti immateriali, dice Renee [Ridgeway], «spesso siamo portati a ignorare il rischio di rendere una commodity il prenderci cura dell’altro, attraverso la mera quantificazione dei like su Facebook o dei retweet». E se ci pensi bene, probabilmente […]

Il lato umano dei social

dicembre 10, 2017

5

Si parla molto del lato dis-umano dei social in questo periodo, dimenticando che i social siamo noi. E’ sicuramente auspicabile e necessario usare la comunicazione online in maniera consapevole, essendo almeno in grado di scegliere quale livello di privacy definire per ciò che condividiamo. Questa scelta è uno dei fondamenti della comunità “di quelli che […]

γνῶθι σεαυτόν – (UP⇑)&(DOWN⇓)

dicembre 9, 2017

0

Mettiamola così. Ho avuto una serie significativa (!) di giorni duri, uno dopo l’altro, a 360°. Su tutti i fronti. Di solito funziona che – a caldo – viaggio come un treno, controllo la situazione e vado in (UP⇑) e poi, quando l’emergenza finisce, vado in (DOWN⇓), non fosse altro per fare il conto dei […]

Il problema della CAA in Italia…

dicembre 7, 2017

0

Il problema della CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) in Italia è che il peso e la responsabilità della produzione di materiali in simboli è praticamente tutto sulle spalle della famiglia della persona con Bisogni Comunicativi Complessi. Le ASL e la scuola (tranne rarissime e virtuose eccezioni sparse qui e lì per l’Italia) sono ancora totalmente impreparate […]