“Tetti” e fondamenta: l’ipocrisia del 30%

Posted on 10 gennaio, 2010

0


Vi segnalo, “fresca di stampa”, la tempestiva circolare [pdf] della nostra Ministra, in cui si spiega con dovizia di particolari come salvaguarderemo le fondamenta della nostra “civiltà” (secondo ciò che attualmente si intende per tale) dando una picconata notevole al concetto di integrazione scolastica.

Tra le “ombre”, Reginaldo Palermo sottolinea come

la formulazione della circolare lascia spazio al dubbio che l’alunno possa essere “retrocesso” anche di 2-3 anni rispetto alla propria età.
Con danni, secondo noi, piuttosto gravi rispetto ai processi di integrazione e di socializzazione.

Ma non erano quelli che volevamo salvaguardare?

Molto interessante anche questo contributo del dicembre scorso di Rita Garlaschelli su Scuola Oggi, che vi invito a leggere per farvi un’idea più concreta della complessità dell’argomento.

Così. Giusto per non parlarci addosso.

Annunci