Browsing All Posts filed under »clinica della formazione«

“Cambiare la scuola”. La lezione di Riccardo Massa.

febbraio 12, 2018

0

Edito nel 1997, qualche anno prima della scomparsa del suo autore, “Cambiare la scuola. Educare o istruire?” di Riccardo Massa, rimane un testo incredibilmente attuale se si vuole andare oltre sterili contrapposizioni che non fanno che scivolare sulla superficie di una questione complessa e storicamente stratificata. Per chi non avesse voglia o possibilità di leggerlo, […]

Quell’oscuro oggetto della “formazione”

maggio 3, 2013

2

Negli ultimi commenti e in qualche post qui e lì (ma soprattutto qui) si è discusso esplicitamente/implicitamente di metafore e di significati e di etimologie… Ho pensato dunque di regalarvi qualche stralcio delle prime e delle ultime pagine di un testo non più reperibile in libreria, che conservo gelosamente nella mia biblioteca, essendo dono di […]

Impasse. Scrivo quel che scrivo e faccio quel che faccio…

novembre 25, 2011

4

I Greci appresero a guardare sé stessi con gli occhi di Apollo, e a nutrire verso sé stessi lo stesso grandioso disprezzo. Non c’è esercizio più nutriente, lucido ed educativo: solo chi conosce l’arte dei limiti, impara a superarli. P. Citati Sono in un momento di impasse. Ho scoperto grazie alla Treccani che si tratta […]

Le Pleiadi

giugno 7, 2011

1

Lyotard ha scritto che l’epoca post-moderna è segnata dal progressivo indebolimento di una spiegazione unidirezionale ed esaustiva della realtà che ci circonda. E’ l’epoca che segna la fine delle grandi narrazioni legittimanti. Forse è vero nella misura in cui non ci sono più modelli unici ed esaustivi in base ai quali orientare la nostra vita […]

Sapere clinico e relazione educativa

febbraio 19, 2011

0

Il sapere clinico è prodotto da un circolo virtuoso che si instaura tra teoria e prassi, ovvero tra l’esperienza vissuta e pensata che produce apprendimento e l’incremento di sapere che ritorna a orientare l’azione. L’atteggiamento clinico è uno sguardo e un discorso : sguardo rivolto agli individui, agli eventi, alle cose, che li percorre e li esplora in […]

Il senso della formazione che si fa e si subisce

maggio 18, 2010

3

Qualche tempo fa, essendo membro del network La scuola che funziona, anche a me è arrivato l’invito di Gianni Marconato ad aderire all’iniziativa di lavorare ad un giuramento di Ippocrate anche per gli insegnanti(*)… Per diversi motivi me ne sono tenuta fuori ma non poteva non colpirmi l’ennesimo incrocio tra le professioni della cura, come […]

Sul concetto di dispositivo pedagogico: studiare prima di criticare

gennaio 5, 2010

5

Sto ribollendo da un’oretta facendo la spola tra il PC e la libreria, scrivendo e riscrivendo mentalmente questo post per evitare di rompere quelle regole sulla netiquette a cui tengo tanto. Però zitta non posso stare. Comincerò dunque dall’inizio. A partire dall’aprile scorso, il concetto di dispositivo pedagogico è rientrato tra le chiavi di ricerca […]

Inconsapevolmente: dalla Media Education alla Clinica della Formazione

gennaio 4, 2010

0

Ho cominciato a scrivere questo post pensando di parlare di Media Education e sono finita a discutere di Clinica della Formazione. Perdonerete la digressione ma è stato il testo a condurmi per mano… Ricordandovi il “bando” a breve scadenza lanciato in questo post per individuare qualche esperienza didattica da segnalare a Maria Ranieri per il […]

Lo sguardo clinico

novembre 2, 2009

3

Come nei vecchi bauli, ogni tanto ritroviamo tra i bit qualcosa che avevamo dimenticato d’aver scritto… Mi capita spesso di sentirmi chiedere cos’è la “clinica della formazione”. Spiegarlo con le parole di chi ha “costruito” questo dispositivo sarebbe forse poco divulgativo. Quindi ho pensato di condividere la metafora che mi viene in mente quando ci […]

Cin@med (ovvero della pressione deittica di un testo filmico)

ottobre 21, 2009

1

A me interessa il perché uno spettatore, educatore, insegnante vede un film in quel determinato modo e non solo il modo in cui lo vede, io voglio sapere anche il perché lo vede in quel modo lì. Lo scopo è quello di far emergere e di restituire nelle mani dello spettatore i criteri di selezione, […]