La speculazione sui falsi invalidi per colpire i veri

Posted on 24 marzo, 2011

0


Rilancio doverosamente il post di mresciani sul blog dei Genitoritosti perché lo schifo che si sta facendo sulla pelle dei veri invalidi è veramente al top. Sentire poi la ministra che afferma che ci sarebbero genitori che fanno i furbi per ottenere il sostegno per i loro figli (ignorando – ? – che avere il sostegno scolastico non implica automaticamente ottenere nessuna delle “ricche prebende” di cui si possono “avvantaggiare” i disabili e le loro famiglie) farebbe venire voglia di strozzarla. Da queste parti, il sostegno è stato falcidiato a partire dalla scuola dell’infanzia in cui è stato ridotto anche a bambini ciechi. Venisse a constatare di persona, se ne ha il coraggio!

Sembra esistere un disegno pre-studiato per isolare i disabili dalla scena sociale italiana.

Cominciamo l’elenco di alcune anomalie che ci fa pensare assai alla probabile idea che i disabili disturbino “qualcuni”:
– la caccia ai falsi invalidi che invece è diventata un’umiliazione per i veri invalidi, chiamati a revisione;
– le sconcertanti dichiarazioni di tal Assessore Pellegrini;
– altre affermazioni inqualificabili, fatte da vari esponenti politici, in cui si ventila l’ipotesi della riapertura delle scuole speciali;
– la negazione continua del sostegno a tanti alunni disabili i cui genitori poi devono ricorrere al TAR, che sempre ci dà ragione e per giunta condanna pure il Ministero dell’ Istruzione al pagamento dei danni esistenziali;
– la negazione a tanti disabili a partecipare ANCHE alle gite scolastiche;
– la vergognosa copertina del giornale Panorama che definisce i disabili “SCROCCONI” identificandoli con la foto di Pinocchio seduto in sedia a rotelle; copertina, tra l’altro, che si è meritata la denuncia da parte della FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap);
– l’esclusione degli alunni disabili, accaduta lo scorso week end, dalle finali nazionali italiane di corsa campestre dei Giochi della gioventu’, svoltesi in Friuli. I ragazzi non hanno potuto partecipare perche’ mancavano i moduli per iscriverli alla gara, documenti che il ministro Gelmini avrebbe dovuto inviare alle scuole. Qui l’IDV per voce di Leoluca orlando sta valutando se ci sono i presupposti per una denuncia alla corte europea per i diritti dell’uomo. [su Tuttoscuola potete leggere la solita arrampicata sugli specchi della Ministra sull’argomento]

Che dire? E queste sono le notizie degli ultimi giorni….. Ce n’è abbastanza per farci pensare, ma pensare a reagire!
Si vuole arrivare a un T4 bis?
Per cortesia: finiamola di rompere le scatole a chi nella vita ha già abbastanza problemi, noi li accudiamo con amore i nostri cari, ma voi non rendeteci la vita difficile con la vostra assurda burocrazia, con la negazione dei diritti che poi ci porta automaticamente a rivolgerci ai tribunali, con la vostra falsa cortesia che ci fa produrre inutili montagne di cartacce che servono solo a riempire le vostre scrivanie. Cartacce che voi non guarderete mai…ma che ci chiedete a ogni piè sospinto, alla faccia dell’informatizzazione.
Per cortesia, finitela di chiederci documenti che non sono assolutamente previsti nei vari regolamenti, tanto sapete che se qualcuno di noi (io per prima) vi fa notare che non sono in elenco, voi tirate i remi in barca!
Tanti disabili non hanno la capacità di difendersi, non hanno i mezzi economici e tanti non hanno neppure la conoscenza dei loro diritti.
Tanti altri……invece non ci stanno al gioco al massacro……….
Perciò noi siamo qui, a lottare anche per quelli che non ce la fanno, non riuscirete a farli diventare invisibili.

Annunci